Come vorremmo la Piazza d'Armi

Le cose che ignoriamo sono già in cammino (Emily Dickinson)

 

Il progetto integrato aperto che proponiamo per il Parco della Piazza d'Armi si inserisce pienamente nei seguenti obiettivi indicati dalla COP 21 (2015),  dal documento dell' Unione Europea "...  una strategia europea per la biodiversità verso il 2020”  e dal PGT del Comune di Milano (2019):

- riduzione  delle emissioni di CO2 ai fini del contenimento del surriscaldamento globale

- riduzione dell' inquinamento urbano 

- conservazione ed implementazione della biodiversità

 

Esso prevede nell'area a verde (circa 31,5 ettari) la realizzazione di un Parco Urbano, costituito da un'area centrale di Oasi naturalistica di conservazione delle specie faunistiche protette e della biodiversità e da un'area  con attività, anche produttive,  di carattere orticolo, vivaistico, culturale, botanico, scientifico e di allevamento.

Più precisamente l' Associazione Parco Piazza d'Armi-le Giardiniere ha elaborato  un progetto denominato "RIMANI nel Parco PdA" ,  progetto che ha visto il contributo di numerosi enti e soggetti, quali  AIAB, la Facoltà di agraria dell'Università di Milano,  l'ass. Vivai pronatura, l'ass nazionale Riabilitazione Equestre,  l'apicoltura Sombillo .... Esso si declina in tre settori

 

1)Agricolo/produttivo

 2)Scientifico/Didattico/Educativo

 3)Sportivo/Ricreativo/Riabilitativo/Sociale

 

 Il progetto nel dettaglio è consultabile al seguente link

Download
Rimani_nel_ParcoPDA-2020_con firma.pdf
Documento Adobe Acrobat 124.0 KB