8 luglio 2021

Il dott.  Gabriele Galasso, curatore del Museo Botanico di Milano, ha pubblicato il seguente post in data

 8 luglio 2021

 

"Finalmente ho ritrovato in Piazza d'Armi le fantastiche pozze temporanee che avevo esplorato 25 o più anni fa. C'è ancora una bella distesa di Gratiola officinalis, con Mentha pulegium, oltre che di Juncus (abbondante Juncus effusus), Carex (abbondante Carex hirta), Rorippa armoracioides ed Eleocharis palustris subsp. waltersii (recentemente accertata per l'Italia). Bisognerebbe tornare a maggio per vedere se persiste Pulicaria vulgaris.
Sicuramente uno degli ambienti umidi più importanti, biodiversi e fragili di Milano.
Nella foto Gratiola officinalis con uno dei pochi fiori ancora presenti."

 


Maggio 2020

I ricercatori dell'Università Bicocca Andrea Galimberti e  Paolo Biella, coordinati dal prof. Labra, hanno svolto nello scorso mese di maggio in Piazza d'Armi una ricerca sui bombi e la loro funzione impollinatrice in un contesto urbano.


per saperne di più

Download
Bombi univ. Bicocca.pdf
Documento Adobe Acrobat 101.0 KB

marzo 2018- Il dott. Ferri,  coordinatore scientifico della Commissione Conservazione della Societas Herpetologica Italica (S.H.I), ci invia  un contributo sull'importanza di salvaguardare l'oasi di biodiversità della Piazza d'Armi, in particolare perché ospita specie di anfibi protetti a livello europeo, quali il rospo smeraldino e il tritone crestato.


tritone crestato                                                                              rospo smeraldino

scarica qui la relazione del dott. Ferri

Download
ProfFERRIerpetologo.pdf
Documento Adobe Acrobat 5.7 MB

La LIPU Milano nel 2015 ha scritto una relazione sull'avifauna della Piazza d'Armi, che è stata allegata alla istanza di Vincolo  alla Soprintendenza nel dicembre 2015.

 

"Si segnala in essa che sono state osservate in PdA 39 specie di uccelli.  In particolare è costante  la presenza dell Sparviere durante tutto il corso dell’anno e come possibile nidificante, questo rapace predatore è un buon indice di una comunità ornitica stabile e strutturata, così come suggerisce anche il rapporto tra Non passeriformi e Passeriformi pari a 0,4. Di fondamentale importanza per la conservazione di questo equilibrio è il mantenimento di un’area boscata, habitat che consente anche la presenta delle due specie di picidi segnalate, il Picchio verde e il Picchio rosso maggiore, che, sebbene comuni, suggeriscono comunque la presenza di alberi di dimensioni idonee ad ospitarne la nidificazione e che andrebbero quindi preservate..."

 

ll documento integrale è consultabile qui

Download
Breve relazione avifauna area Piazza D'A
Documento Adobe Acrobat 495.5 KB

All'interno della Rete Ecologica Regionale (R.E.R.)  la Piazza d’Armi,  assieme al Parco delle cave, è  riconosciuta come Area di importanza per la biodiversità di secondo livello (scheda FV40).


 La Piazza d'Armi ospita la Graziola officinalis, pianta erbacea perenne nella lista dell' IUCN (Internatonal Union Conservation Nature) delle specie minacciate